Home   |   Lista Argomenti   |   consapevolezza
<< Torna indietro
Username
Password
 
consapevolezza
 
consapevolezza
di ros >> 07/03/2008, 16:07
Mi sono chiesta molte volte chi e’ *****, da dove prende la sua “meravigliosa medicina” che non fa male, non e’ cattiva, fa soltanto stare meglio e guarire ! La prima cosa che mi e’ venuta in mente e’ stata Gesu’ ! Per quello che ci hanno raccontato, almeno, le caratteristiche sono le stesse, cosi’ mi pare ! Certo ***** e’ venuta in un corpo umano femminile, chissa’ , forse per fare un tentativo piu’ materno o forse perche’ i tempi sono piu’ adatti per accettare che una donna possa arrivare a tanto ! In ogni caso quanto e’ capitato a me mi fa credere che anche ***** appartenga a un mondo in cui “l’Amore” e’ “la Vita” e non c’e’ bisogno di altro e in conseguenza di questo, che ***** ci porta attraverso le sue mani e il suo sguardo, si puo’ guarire, essere sereni, lavorare meglio, sorridere di piu’, accettarci come siamo e come saremo. Purtroppo il nostro modo di vivere e’ fortemente “umano” e non si scioglie all’abbraccio di ***** ! Qualcuno mi ha chiesto: “ma che cosa ti fa ? Che cosa senti ? E come fai a capire che guarisci ? E’ impossibile spiegare con le parole qualcosa che non ha niente di fisico, di materiale: Posso provare a spiegare che e’ come quando, da bambini, ci si lasciava andare tra le braccia affettuose e calde di chi ci cullava, e come per magia tutto andava bene, qualunque cosa fosse successa: niente piu’ dolore, niente piu’ paura ne’ pericoli ! Certo a volte l’intervento di ***** sembra lento, sembra non funzionare ! A questa obiezione mi sono sentita di rispondere come rispondeva Gesu’: “se avrete fede sposterete i monti !” Io credo che quel grande dono che ***** ci fa non possa arrivare se chiudiamo tutte le porte ! Se siamo noi i primi a non credere di poter vivere una vita senza dolore e senza malattia. Quello che e’ destinato nella nostra esistenza terrena puo’ essere affrontato e vissuto in modi molto diversi : ***** ci da’ quello che ci serve, e non sempre si tratta della guarigione fisica immediata ! Noi andiamo da Lei per un motivo, quello che ha scatenato la richiesta di aiuto, ma Lei vede tutto di noi, e ci rimette in equilibrio, a prescindere dal motivo iniziale che poteva anche essere marginale ! Qualcuno in ******** mi ha chiesto: “Ma tu stai meglio ? Perche’ a me sembra che sto sempre come prima !” Ho risposto: “Non e’ possibile, sembra che tu stia come prima, ma qualcosa e’ cambiato ! Guarda bene, ascolta dentro di te ! Guardati intorno, non e’ tutto come prima, e se anche fosse cosi’ rifletti: che cosa cerchi da ***** ? Perche’ non vai da un medico qualsiasi ? Quello che sta cambiando da quando Lei ci cura dobbiamo incoraggiarlo, lasciarlo entrare ! Dobbiamo desiderare e credere di GUARIRE ! In tutti i sensi ! Riapriamo le finestre del nostro spirito ! Grazie **** e Ciao a tutti Ros
 
ros
Iscritto il: 06/03/2008, 16:27


Messaggi
Re: consapevolezza
di M.M. >> 07/03/2008, 16:08
Ciao Ros, e' molto bello il paragone che fai tra **** e la nostra mamma, pero' vedo una grossa differenza in almeno due punti: 1. Gli abbracci e le carezze della nostra mamma ci aiutavano, come dici tu, moltissimo quando eravamo tristi, depressi e dopo stavamo meglio, e vero!!! Pero' non ci aiutavano quando eravamo malati! Quando eravamo malati la nostra mamma che ci amava ci portava da un medico! E dopo qualche giorno che prendevi le medicine giuste stavi meglio davvero! 2. La mia mamma, cosi' come penso anche la tua, non ti chiedeva 26 Euro al minuto per darti l'amore e le carezze che ti facevano stare bene! Dico questo perche' e' vero che le carezze e l'amore fanno sentire meglio, ma solo se sono disinteressati! Pagare una persona per avere le stesse 'carezze' e lo stesso 'amore' (ma si puo' ancora chiamare cosi'?) mi ricorda un po' l'amore mercenario di altro tipo... Cordiali saluti!
 
Iscritto il: 07/03/2008, 13:29


Messaggi
Re: consapevolezza
di FrancescaP >> 07/03/2008, 16:11
Re: consapevolezza (Italy) mha scritto Ciao Ros, e' molto bello il paragone che fai tra **** e la nostra mamma, pero' vedo una grossa differenza in almeno due punti: 1. Gli abbracci e le carezze della nostra mamma ci aiutavano, come dici tu, moltissimo quando eravamo tristi, depressi e dopo stavamo meglio, e vero!!! Pero' non ci aiutavano quando eravamo malati! Quando eravamo malati la nostra mamma che ci amava ci portava da un medico! E dopo qualche giorno che prendevi le medicine giuste stavi meglio davvero! 2. La mia mamma, cosi' come penso anche la tua, non ti chiedeva 26 Euro al minuto per darti l'amore e le carezze che ti facevano stare bene! Dico questo perche' e' vero che le carezze e l'amore fanno sentire meglio, ma solo se sono disinteressati! Pagare una persona per avere le stesse 'carezze' e lo stesso 'amore' (ma si puo' ancora chiamare cosi'?) mi ricorda un po' l'amore mercenario di altro tipo... Cordiali saluti! Ciao m non ti sarà difficile capire chi sono....sono quell'amica che qualche tempo fa, pur conoscendo il tuo scetticismo e la tua ritrosia ad accettare l'esistenza di cose che non possono essere spiegate e comprese razionalmente, ti ha aperto il cuore raccontandoti di come una persona "speciale" fosse riuscita a dare un pò di luce e "speranza" alla mia vita e a quella della mia famiglia. Quell'amica che ha voluto condividere con te un momento tanto difficile della sua esistenza, pensando che anche tu, attraversandone uno altrettanto difficile, avessi bisogno di un aiuto!! Ma forse mi sono sbagliata quello che ti ha spinto ad accettare il mio invito a venire da ***** è stata per lo più la tua curiosità di conoscerla, di coglierla in fallo di metterla alla prova, dimostrando che la tua "scienza" è la sola ad avere ragione. Quello che mi fa più male però è vedere quanto "astio" ci sia in questa tua risposta a Ros, un astio secondo me ingiustificato nei confronti di una persona che fa quello che fa da anni e che sopratutto nemmeno "conosci" !! Una persona, che in questo lungo anno, si è dimostrata essere "impagabile" per la sua umanità, disponibilità amore e partecipazione emotiva, ogni volta che ho avuto bisogno di conforto, di una parola di incoraggiamento era sempre li pronta ad ascoltarmi, una persona che giorno e notte si rende disponibile agli altri, una persona che forse tu non hai avuto il coraggio di conoscere per paura che potesse davvero mettere in crisi quello in cui tu fino ad ora hai sempre creduto; il "tangibile" Il fatto poi che non compaia il suo nome, dovrebbe farti capire che questo sito è del tutto disinteressato a farle pubblicità, ma è solo un modo per condividere delle belle esperienze, chi vuole saperne di più o vuole conoscerla davvero basta che lo richiede e viene contattato. E ancora no ti viene in mente che una rivista scientifica non ha mai preso in esame tutti questi casi "incredibili (come tu li hai definiti) solo perchè è un qualcosa che non le interessa approfondire, in quanto priva di possibililità di guadagni? E' la prima volta che scrivo in questo sito stavo aspettando di farlo in un momento migliore quello tanto atteso della completa guarigione di mio fratello per il quale ***** si è tanto prodigata in questo anno e per il quale sono convinta continuerà a combattere ancora, con tanto amore e tenacia, ma quando ho letto non tanto gli altri interventi, quanto piuttosto qust'ultimo a Ros, non ho potuto fare a meno di rispondere, l'ho visto come una scortsia non solo nei confronti di ***** ma anche nei miei confronti e nei confronti di mio marito, considerando che siamo stati noi a presentarti a lei e a parlarti di lei in tutt'altri toni!! E' la stessa rabbia che proverei se qualcun'altro parlasse di te, o di altri miei carissimi amici, nel medesimo modo usando quei paragoni così duri e soprattutto inappropriati.
 
Iscritto il: 07/03/2008, 16:10


Messaggi
Re: consapevolezza
di M.M. >> 07/03/2008, 16:12
Ciao FP, innanzitutto, evidentemente devo scusarmi con te e con tuo marito (nonche', uno dei miei piu' cari amici), per il fatto che, probabilente ho usato una parola ("mercenario") che si presta a fraintendimenti; con quella parola volevo solo dire "a pagamento". Un'altra cosa che voglio dirvi, 'al volo', e' che vi ringrazio ancora una volta per avermi portato da *****, e ti giuro che NON ci sono venuto assolutamente per "coglierla in fallo"! Ci tenevo a dirvi prima possibile queste parole di chiarimento (chiarimento parziale, mi rendo conto!), alle quali seguiranno altre piu' esaustive e chiarificatrici! Grazie per l'attenzione e scusami ancora se sembrava (involontariamente!) dal mio post precedente che ci fosse astio per una persona che, come dici giustamente tu, non conosco. La mia partecipazione al forum e' proprio rivolta a questo: conoscere di piu' di questa persona! Ciao! ________________________________________MM
 
Iscritto il: 07/03/2008, 13:29


Messaggi
Re: consapevolezza
di paolacapp >> 07/03/2008, 16:13
Rispondo alla risposta di M. a Ros con una domanda: Cosa succede se la nostra mamma che ci ama, ci porta dal medico, visto che ci siamo ammalati, e dopo qualche giorno, prendendo le medicine giuste, non stiamo meglio, anzi stiamo per morire? E se il medico non ce l’ha queste “medicine giuste” Il 99%, se non il 100%, già è stato da un medico, anche dallo specialista, anche all’estero, ma non vuole darsi per vinto, o per morto. Molti di loro affrontano centinaia di kilometri (ho conosciuto persone che venivano da Firenze, dalla Sardegna, da Messina) solo per una carezza? Io non so come questa carezza riesca a guarire i tumori (non so neanche come agisce una medicina), ma se ci sono i risultati, va bene così, l’importante è pensare e cercare una possibilità. La “scienza” è tutta opera degli esseri umani, che per “indole” o per “interesse” sbagliano. Anche se oggi ci sono più strumenti d’indagine, il nostro percorso conoscitivo che abbiamo davanti è lungo (e possiamo sempre sbagliare strada). I salassi appartengono al passato, magari fra un po’ possiamo dire lo stesso della chemioterapia. Un’ultima cosa sui 26 euro. Dopo tutto quello che legge su questo forum, non le sembra una cifra più che onesta? Allora è inutile per lei, cercare di capire, fa bene a rivolgersi altrove, dove troverà sicuramente un ambiente più “umano”, forse...
 
Iscritto il: 06/03/2008, 16:16


Messaggi