Home   |   Lista Argomenti   |   Convulsioni febbrili
<< Torna indietro
Username
Password
 
Convulsioni febbrili
 
Convulsioni febbrili
di davide >> 17/09/2013, 23:45

Sono appena tornato a casa e la prima cosa da fare è testimoniare quanto accaduto venerdì scorso a mia figlia Aurora. Viste le  precedenti testimonianze di mia moglie Ramona, dei miei due maschi Lorenzo e Alesssio e le mie qualcuno potrebbe pensare che sia tutto costruito o incredibilmente sfortunato. Ma, onestamente, data la mia grande considerazione per la vita penso di essere molto molto fortunato e che grazie alla facilità di guarigione che abbiamo è meglio far succedere le cose a noi piuttosto che ad altri.

Ma torniamo a quanto accaduto venerdì, mi dilungherò ma è l'unico modo per rendere l'idea di cosa sia successo. Anticipatamente mi scuso.

Aurora la mattina aveva un po' di febbre così verso le 11,00 Ramona gli ha somministrato la tachipirina. Nel pomeriggio intorno le 16,00 Aurora a prima riggettato e poi si è irrigidita tremando convulsamente, con lo sguardo perso nel vuoto e la bocca muoversi come un pesce. Ramona è corsa verso di me con la piccola in braccio urlandomi che stava male. Io ero sotto la doccia, cercavo di calmarla  invitandola a chiamare il 118 e xxxxxxx (sono dell'idea che per quanto grave sia il fatto, farsi prendere dal panico peggiora le cose). Intanto mi ero già vestito ed il 118 era stato mandato a quel paese, visto che l'operatore invece di inviare un'autoambulanza o di fornire istruzioni chiedeva il perché o percome fosse successo. Per lavoro guido anche in emergenza e così partendo come un razzo mi dirigevo al pronto soccorso. Aurora aveva le pupille spente, grigie e iniziava a fare schiuma dalla bocca, avevamo poco tempo. xxxxxx gli stava già facendo la terapia ma ci aveva detto di fare presto perché era molto grave e ci avrebbe raggiunto in ospedale. A 200metri dall'ospedale la piccola era esanime e Ramona cercava di rianimarla. Arrivati al pronto soccorso la bambina veniva affidata ad un'infermiera che prontamente le inseriva la canula in ogni braccio, gli misurava la febbre, mentre gli altri contattavano il pediatra, la rianimazione, la medicina e la neurologia. Gli veniva subito somministrata una dose di Valium per via rettale, messa la maschera dell'ossigeno e giunto il pediatra faceva somministrare endovena una dose maggiore di Valium e la Tachipirina. Era stato preparato il defibrillatore, la temperatura del suo corpo era oltre 40 e non accennava a scendere. xxxxxx era gia accanto a me nella stanza del soccorso e mi rassicurava: "Ora sono qua stai tranquillo la controllo io" ed io le chiedevo se aveva bisogno di toccarla (ero pronto a scansare i medici) ma lei " No per il momento riesco anche così". Intanto il medico della rianimazione escamava la mancanza di effetti del Valium su Aurora evidenziando che quella dose lo avrebbe addormentato due giorni. Il pediatra faceva portare il ghiaccio e visto che non bastava decideva di somministrare endovena la fisiologica ghiacciata. Trascorsi 60 interminabili minuti le convulsioni iniziarono a diminuire ma la bambina non rispondeva agli stimoli dei medici. A questo punto xxxxxx chiese di potersi avvicinare presentandosi come zia e con una dolce carezza sulla testa e la frase  "Aurora c'è zia xxxxxx qui" svegliò la piccola che con uno scatto girò la testa e la guardò. Il peggio era passato. Ma la temperatura era ancora molto alta e dalle analisi risultavano 17000 globuli bianchi. Durante tutta la notte successiva la febbre, che da 39,6 - 39,8 non accennava a scendere neanche con la tachipirina, calava solo quando con un sms chiedevamo aiuto a xxxx. Solo nella prima mattinata si stabilizzò a 38,5 per scendere a 37 verso le 12,00. Aurora non ha più avuto febbre e gia il sabato mattina i globuli bianchi erano scesi a 9000. I tamponi orali e anali erano negativi, così come l'esame dell'urina ed anche la coltura arrivata il lunedì risultò priva di segni di infiammazioni.

Alla domanda del perché non c'era nulla e della veloce ripresa di Aurora, i medici eludevano la risposta con "Si alcune volte succede" e cambiavano discorso.

​Mi metto a disposizione per qualsiasi domanda e mi auguro che quanto ho scritto possa essere di aiuto.

Grazie xxxxxxxx, ti voglio bene.

Tuo Davide


 
Iscritto il: 05/03/2008, 19:28


Messaggi
Re: Convulsioni febbrili
di >> 12/09/2014, 5:16

Leggi il romanzo "Ti racconto di lei" il racconto di una donna straordinaria

Lampi di Stampa Editore

Info su www.alessiofollieri.com

 


 
Iscritto il: 01/01/1970, 1:00


Messaggi