Home   |   Lista Argomenti   |   guarigione dall'alcolismo
<< Torna indietro
Username
Password
 
guarigione dall'alcolismo
 
guarigione dall'alcolismo
di annamaria >> 07/03/2008, 16:41
Come è noto l’alcoolismo sta diventando ,soprattutto nei giovani,una piaga sociale più preoccupante forse della droga.L’ alcool, già panacea dei poveri,assume, unito alla nuova farmacopea,le rilevanze di un coctail micidiale. La mia è un’esperienza più modesta,ma,forse,più significativa. Abituato fin da ragazzo al vino durante i pasti dalla stessa famiglia,ho bevuto sempre in maniera a volte modica,ma tendenzialmente avviata ad aumentare,sia per l’età,sia per la cultura nel frattempo acquisita sui vini.L’alcool rappresenta indubbiamente una prima via di fuga da certe compressioni che la vita ti propina.Non si riesce dopo a frenare lo stimo lo che anzi viene accentuato dall’abuso dei superalcolici i quali apparentemente aiutano una cattiva digestione,ma soprattutto convincono a rifugiarsi in angoli protettivi.I rimedi per chi diventa vero alcolista sono in Italia molto poco sentiti sia per pudore sia per abitudini cementate nella nostra cultura.I centri per alcolisti gestiti dalle istituzioni non sono altro che raduni di disperati abbrutiti che possono solo raccontarsi le loro disgrazie,gli assistenti sociali non riescono a entrare nel complesso mondo dei loro assistiti,non per colpa loro,anche per mancanza di una partecipazione che non viene insegnata.La farmacopea si avvale solo di un micidiale miscuglio di nome Antabuse che procura danni più che benefici e comunque per brevi periodi.Un rimedio recente efficace,ma costoso,è l’ALCOVER,ma proprio per questo è stat rapidamente messo nell’elenco delle droghe,usato solo per i drogati,e di difficile reperimento tramite il medico di famiglia. Questa introduzione è frutto di esperienze personali maturate negli anni.Le malattie gravissime dei miei più cari,le morti,i fallimenti sentimentali,a volte più importanti di malattie, degli esseri che amo,mi hanno portato per ben due volte a percorrere la pericolosa via di un alcolismo vero,impietoso,deriso dagli stessi osservatori,ma la natura a un certo punto,ci offre a volte una via d’uscita. Io l’ho trovata in un luogo splendido ,***** ******,da una persona altrettanto splendida,******* *****:lei ti accoglie,intuisce subito il tuo problema, dopo pochi attimi le sue mani ti accarezzano il capo,il volto.Non senti molto.La seduta è rapida,ma gli effetti miracolosi.Fuori dal suo ******,in mezzo ad un’umanità provata diversamente,senti a volte stordimento o nausea.Riprendi il treno,a casa a tavola,di fronte al cibo, versi il vino come al solito,lo guardi ma non lo desideri più.Al bar ti viene proposto il solito pernò o il calvados,rispondi beffardo:’’Mi dia un analcolico’’. Non c’è prezzo,non c’ègratitudine,non c’è amore che possa ripaga re il dono di *******.L’unico piccolo pensiero sono queste righe scritte dal dott.Antonio Dal Degan già direttore amministrativo delle ASLL di Massa e Carrara,e come tale conoscitore di quanto possa oggi offrire l’apparato sanitario. Grazie.
 
Iscritto il: 05/03/2008, 18:47


Messaggi
Re: guarigione dall'alcolismo
di universo >> 22/02/2012, 12:53
seg.
 
Iscritto il: 06/03/2008, 16:45


Messaggi