Home   |   Lista Argomenti   |   Guarigione:alzarsi dalla sedia a rotelle e camminare
<< Torna indietro
Username
Password
 
Guarigione:alzarsi dalla sedia a rotelle e camminare
 
Guarigione:alzarsi dalla sedia a rotelle e camminare
di francesca >> 30/10/2008, 12:46
Stamattina andando a ********* pensavo che, nonostante la pioggia e delle nuvole minacciose, il mondo era particolarmente bello e meraviglioso è avere l’opportunità di vivere questo tempo di vita e condividere con gli altri un cammino possibile di felicità, solidarietà e amore reciproco. Volevo scrivere da giorni su questo sito, poi mi sono distratta… ma oggi è necessario testimoniare la guarigione di una persona come noi che, a causa della sclerosi, era da anni su una sedia a rotelle nell’impossibilità di muoversi. Ho conosciuto Michela la scorsa settimana, se non sbaglio giovedì scorso, era in compagnia di sua sorella ed era immobile sulla sedia a rotelle. Quando sono uscita dallo studio di ******, mi sono fermata a parlare con la signora e ho cercato a mio modo di incoraggiarla nella scelta fatta e nella possibilità di guarire. ******* ha guarito tante persone nelle sue condizioni. Il lunedì seguente la signora è arrivata accompagnata da suo padre camminando con delle stampelle. Ci siete? Avete capito? Lo devo gridare? Vi siete svegliati? Camminare con le proprie gambe dopo anni di immobilità! E’ difficile camminare da soli anche dopo una frattura se non ci si sottopone a interminabili sedute di fisioterapia. I miei occhi hanno visto e tutti quelli che lo vogliono possono credere ed avere fiducia. ****** ha operato una guarigione istantanea. ***** ha capito che la persona aveva bisogno di un segno immediato per poter continuare a sperare e per poter accudire la figlia, una ragazzina di dieci anni che altrimenti non avrebbe potuto tenere con se’. Non è la prima volta che ho il dono di assistere e partecipare a questi momenti. Da quando conosco ******* ogni volta che vedo una persona sofferente od immobilizzata soffro perché a volte non ho la possibilità di comunicare e condividere con tutti la possibilità di guarire. Il senso di queste parole è proprio questo: condividere le esperienze e dare la possibilità ad altri di raccogliere i frutti della fiducia e del credere. Se Michela non fosse stata accompagnata dalla mia amica Jacqueline da *******, Michela non avrebbe quel sorriso che le ho visto anche oggi sul viso e non avrebbe accanto sua figlia. Camminare per la signora Michela significa ricominciare a vivere e a sperare. Quanto amore e amorevolezza scorre in quel piccolo studio. Non dimentichiamolo mai.
 
Iscritto il: 07/03/2008, 16:55


Messaggi