Home   |   Lista Argomenti   |   IL DIALETTO DEL CUORE
<< Torna indietro
Username
Password
 
IL DIALETTO DEL CUORE
 
IL DIALETTO DEL CUORE
di fedelippa >> 07/03/2008, 17:37
Come ho già scritto, ho iniziato ad andare da xxx per la cefalea, pur sapendo di avere la sclerosi multipla. La persona che mi ha suggerito di andare non mi aveva detto nulla riguardo alle guarigioni da malattie serie, quindi non ero affatto preparata a tutto questo. E credo per me è stato un bene. Aspettavo in silenzio il mio turno ascoltando le persone che avevo intorno...Volta dopo volta sentivo parlare di quel signore che non aveva più il tumore, della signora che camminava di nuovo, etc.. Io benchè fossi confusa su questo, non chiedevo mai approfondimenti,forse proprio perchè non ero "pronta" a capire il loro linguaggio. Poi ho assistito per la prima volta al brindisi per una guarigione. La donna festeggiata fece un breve discorso, descrivendo il tipo di malattia dalla quale era guarita, le sua emozione, la sua felicità, da quanto tempo frequentava xxx,etc. Io ero felice per lei, ma oggi posso dire che ancora non capivo il suo linguaggio. Ero in mezzo alle altre persone, per una volta tutti senza fretta, il modo migliore per raccontare le proprie esperienze e quelle alle quali hai assistito, il miglior modo per dar coraggio,per testimoniare che tanta gente come te all'inizio non credeva, ma poi qualcosa cambia dentro di te.... Io ascoltavo tutti, ero felice di stare lì, ma oggi mi rendo conto che ancora una volta non capivo il loro linguaggio. Dopo più di due anni di regolari terapie, una mascella messa a posto, la sclerosi multipla guarita, e tante tante bellissime esperienze a distanza, scrivo oggi per dirvi che finalmente non solo capisco "quel linguaggio", ma che ormai è la mia lingua...italiano sì, ma in modo speciale. Sarebbe così bello se parlassimo tutti il dialetto del cuore... Basta solo ascoltarsi di più, non esistono tempi, regole o meriti...fermarsi solo ogni tanto ad ascoltarsi...uscendo per una volta dalla routine del tempo che non basta mai per fare tutto, ed iniziare a guardarsi intorno per apprezzare quello che ci circonda, senza stare a cercare qualcosa che non c'è. Grazie xxx per quello che mi hai insegnato. Ti voglio bene, Federica
 
Iscritto il: 05/03/2008, 19:18


Messaggi
Re: IL DIALETTO DEL CUORE
di eclittica >> 14/07/2008, 15:11
Ogni volta che leggo questa pagina, trovo un elemento in più per credere a qualello che sto facendo pur senza capirlo. Ma siccome "se non si vede non vuol dire che non esista", forse questo è il caso. Penso che la "chiave di lettura" di tutto il mistero che circonda XXXX sia lasciarsi andare credendo veramente che qualcosa dentro di noi sta realmente succedendo. Cosa? Non lo so. Vedemo...per ora mi fido di quello che non capisco. Ho conosciuto XXXX il giorno dopo una preghiera. Non ne potevo più di stare male. E mio padre se ne esce con un suo collega che conosceva una strana storia... Ogni volta che incontro XXXX sento che stavolta è la persona giusta. E non perchè non ho altro cui attaccarmi. E se anche non posso dire "sto bene", stanno succedendo troppe cose belle nella mia vita...a cominciare dal fatto che la prossima canzone che arrangerò si chiamerà "il dialetto del cuore". Una canzone che ho scritto circa 15 anni fa, ma che solo ora ho completato. Ma ne comincio a collezionare "troppe" di "cose strane". Un abbraccio a tutti! Eclittica
 
Iscritto il: 22/04/2008, 14:48


Messaggi
Re: IL DIALETTO DEL CUORE
di universo >> 22/02/2012, 12:31
prova
 
Iscritto il: 06/03/2008, 16:45


Messaggi
Re: IL DIALETTO DEL CUORE
di >> 12/09/2014, 5:50

Leggi il romanzo "Ti racconto di lei" racconto di una donna straordinaria

Lampi di Stampa Editore

Info su www.alessiofollieri.com

 


 
Iscritto il: 01/01/1970, 1:00


Messaggi