Home   |   Lista Argomenti   |   Il piccolo Jacopo.
<< Torna indietro
Username
Password
 
Il piccolo Jacopo.
 
Il piccolo Jacopo.
di universo >> 07/03/2008, 16:39
Mi chiamo Fiorella ed ho due figli, Ivan di 18 anni, e Jacopo di 6 mesi, voglio raccontare la mia brutta storia e testimoniare i benefici dopo aver conosciuto *******. Tutto accadde il 2 Aprile 2007, Jacopo comincia a sentirsi male, sembrava influenza intestinale, secondo la diagnosi fatta al pronto soccorso dell’ospedare S.Paolo di Civitavecchia, dopo due pronto soccorsi la diagnosi era sbagliata, Jacopo stava malissimo, chiamo il pediatra il quale mi conferma che la questione era molto preoccupante, sospettava un invagginazione intestinale, richiede subito il ricorvero al Bambin Gesù di Palidoro. Era il 4 Aprile 2007, e alle 17.00 Jacopo era in camera operatoria, doveva operarsi d’urgenza all’intestino non c’era più tempo, passano così le tre ore e mezza più brutte della mia vita, non sapevo più a chi rivolgermi, così cominciai a parlare con ****** visto che avevo appuntamento con lei il 16 Aprile per mio figlio più grande. Lei è una persona buona, dolce dallo sguardo rassicurante, parlavo con lei telepaticamente anche perché lei non conosceva Jacopo, ma sapevo che lei poteva ascoltarmi e aiutarmi. Arrivano così le 20.15 e mio figlio esce dalla sala operatoria e stava bene il pericolo era scampato. L’8 Aprile il giorno di Pasqua, cominciano a far mangiare mio figlio, ma di li ad un ora Jacopo comincia a stare malissimo, febbre altissima e non reagiva a nulla, a quel punto chiamo il chirurgo, lo visita e dal punto di vista medico riguardo l’intervento stava bene ma non capiva cosa potesse avere, a questo punto penso a ****** intensamente e gli chiedo di guarire mio figlio, detto fatto, Jacopo si sente bene immediatamente, la febbre non c’è più ed è come se non fosse successo nulla, neanche il dottore si capacita, invece per me è come se fosse un miracolo, arriva il dieci aprile ci dimettono, il sedici aprile finalmente andiamo allo ****** da ******, lei vede Jacopo lo prende in braccio e mi dice di stare tranquilla il bimbo sta bene Dal 16 aprile io ho una serenità interiore mai avuta prima, perché so che lei c’è sempre, come se lei vivesse in casa con noi, io mi rivolgo a lei ogni istante della giornata e lei mi risponde subito, infatti vi racconto questa: Jacopo sere fa ha vomitato, io e mio marito siamo caduti nel panico, dopo tutto quello che era successo! Ma subito ho parlato con ****** con queste testuali parole: **** so la madre di Jacopo, lui ha vomitato e noi non stiamo tranquilli ti prego guardalo, posso testimoniare che ho sentito una mano la quale sembrava togliesse un macigno dallo stomaco, dopo dieci minuti dormivamo tutti tranquilli. ***** Grazie di esistere. FIORELLA
 
Iscritto il: 06/03/2008, 16:45


Messaggi