Home   |   Lista Argomenti   |   In viaggio
<< Torna indietro
Username
Password
 
In viaggio
 
In viaggio
di MaraS >> 07/03/2008, 17:09
Ho incontrato ****** a fine estate 2006, per me un momento difficile. Operata in gran fretta di comedocarcinoma al seno destro, dopo la forza insorta nell’affrontare l’intervento vivevo una fase di smarrimento, dove compromesso appariva il futuro e fugati i progetti di vita. Così consigliata da un’amica incontrai *****, senza aver accantonato scetticismo e dubbio. La sua ricchezza e la capacità di leggere il mio vissuto mi colpirono in profondità, decisi di frequentarla per la terapia, impegno non da poco poiché vivo a circa 200km di distanza da lei. Nelle sedute di radioterapia ho con indicibile gioia constatato l’assenza di effetti collaterali (era stato in anticipo da lei previsto) così nelle visite, esibivo con orgoglio un seno di inalterata consistenza e pigmentazione e, constatavo la meraviglia dei sanitari che mi osservavano con occhi increduli. E’ questo il dato oggettivo che posso riferire, ma qualcosa di più profondo stava lentamente accadendo, più difficile da quantificare e dimostrare, ma lentamente una serenità che non mi apparteneva si insediava in me, un equilibrio, una capacità di fronteggiare gli eventi tenendone la distanza, atteggiamento raro in me, persona emotiva e sensibile. Ho apprezzato un importante cambiamento, confermato dalle osservazioni di chi quotidianamente incontro “Come sei solare!”, “stai veramente bene!”. Oggi a distanza di un anno ho capito che la malattia mi ha indotto a fermarmi a riflettere, ma la salute non riguarda solo il corpo fisico, comporta l’equilibrio e l’armonia di tutte le parti dell’individuo e della sua vita. Il dolore mi ha insegnato a chiedere aiuto ed ho trovato la chiave per modificare la mia mente, liberandola dagli schemi che mi tenevano legata al passato. Così, quando viviamo momenti difficili, quando giunge il tempo del dolore,della malattia, inevitabilmente si entra nel tunnel della paura, della confusione, della fine non come compiutezza ma come rovina, non è così, non deve essere così. C’è sempre un’altra via da percorrere. Mara
 
Iscritto il: 06/03/2008, 15:50


Messaggi