Home   |   Lista Argomenti   |   la mia esperienza
<< Torna indietro
Username
Password
 
la mia esperienza
 
la mia esperienza
di andrea >> 26/07/2010, 18:33
Ciao a tutti sono Andrea è da un anno e mezzo che ci cvediamo da **** il lunedì ed il giovedì. Sono stato diagnosticato tra il 2007 ed il 2008 – sclerosi multipla - ed ho iniziato le “cure” tradizionali del caso, cortisone e interferone. Avevo iniziato anche una ginnastica-fisioterapica molto efficace in casi come il mio (basata sul metodo gyrotonic) che sto continuando tutt’ora. Un giorno il titolare dello studio mi parla di **** da cui era appena stato, dicendomi che poteva essere molto utile per me. Dopo molte perplessità e titubanze, mi decido ad andare e la prima visita stava quasi per fallire perché **** sentiva un trauma che poi abbiamo scoperto essere collegato ad una frattura che mio figlio si era appena procurato sugli sci. Era il febbraio-marzo 2009, finalmente inizio la terapia ed il mattino dopo la prima volta mi sveglio con una strana e piacevole sensazione di “normalità”, come da mesi non sentivo. Da allora le mie condizioni continuano a migliorare ed è tutto l’organismo ad aver beneficiato dell’ intervento di **** che mi ha reso più forte e resistente e soprattutto ha rimandato indietro la progressione della malattia che stava colpendo in particolar modo il lato sinistro del corpo. Non zoppico più, grazie anche alla ginnastica-fisioterapia, anzi ho ripreso a camminare con gusto, come ho sempre fatto. Ed anche il braccio sinistro va molto meglio, essendo diplomato in pianoforte e posso verificarlo quotidianamente: avevo ricominciato dai pezzi del quinto anno, ma adesso la resistenza, la precisione e l’elasticità alla tastiera sono notevolmente migliorate, come tutti in casa possono sentire, tanto che sto tornando sui più impegnativi pezzi dell’ottavo anno. Da un punto di vista più strettamente clinico-medico l’ultima risonanza magnetica di controllo che ho fatto a Natale, ha evidenziato la “sparizione” di lesioni nella zona cervicale (“non si vedono” è stato il commento del neurologo da cui ero in cura) mentre qualcosa è rimasto in quella cerebrale. Il commento che più di frequente si sente a casa è: “che fortuna che esiste una persona come **** e che fortuna ad averla incontrata!”. Non sono ancora guarito, ma non ho dubbi che **** ci riuscirà, anche perché mi dice che “stiamo andando benone” e la cosa più bella di tutta questa situazione è che non ci sono quegli effetti negativi che ogni medicina comporta: **** ha solo effetti positivi. un caro saluto a tutti Andrea
 
Iscritto il: 04/09/2009, 12:21


Messaggi
Re: la mia esperienza
di Fab >> 21/10/2010, 22:50
Caro Andrea sono stato molto felice di leggere queste parole. I bruschi cambiamenti improvvisi scatenano nella propria personalità shock a cui a volte è difficile reagire. Il solo tuo aver iniziato a cercare una soluzione e non desistere alle prime sconfitte fanno di te un grande uomo. L'aver incontrato **** è stata la soluzione più grande e più felice che tu potessi mai incontrare nella vita. Ora che **** ti ha dato la possibilità di rivivere la vita sono sicuro che assaporerai ogni suo istante. Ho letto che hai già apprezzato in minuzioso la bellezza della musica e le devastanti ma anche divine emozioni universali che essa sa trasmettere. Ho molta stima di te. **** ti voglio bene :)
 
Fab
Iscritto il: 04/12/2008, 10:34


Messaggi