Home   |   Lista Argomenti   |   La verità.
<< Torna indietro
Username
Password
 
La verità.
 
La verità.
di Geronimo >> 12/12/2010, 21:30
Cosa è la verità ? Cosa significa esattamente la parola verità ? Nelle religioni questa parola è usata frequentemente ma le persone che comprendono realmente il suo significato non sono molte. Mi sono sempre chiesto nella mia vita quale fosse la verità da seguire, quali erano esattamente le cose giuste da fare, ho cercato molto nei libri, nelle religioni, nelle persone che ho incontrato ma spesso le risposte non erano soddisfacenti e quindi incomplete. Dal mio punto di vista, incompleto significa non completo. Sembrerebbe una affermazione scontata, banale, allo stesso tempo stupida, eppure non lo è. Molte persone seguono dogmi, accettano idee senza dubitare mai, quindi dal loro punto di vista hanno scoperto la verità, di conseguenza non hanno domande da fare perché si sentono completi. Essere completi significa quindi essere soddisfatti di noi stessi. Se componiamo un puzzle cosa dobbiamo fare ? Semplice, completare l' esatta unione di tutti i pezzi, non una parte, non mettendo un pezzo non esatto al posto di un altro solo perché non riusciamo a trovare il suo opposto o il suo contrario. Quindi il puzzle sarà terminato solo quando tutti i pezzi saranno al loro giusto posto. Quello che intendo dire è che ho letto molto negli ultimi tempi e ho trovato un fondo di verità in tutti gli scritti ma questo significa che ho trovato anche il suo esatto opposto. Se mi fossi fermato alla prima verità, avrei accettato senza riflettere e dubbio alcuno, tutto quello del quale ero venuto a conoscenza. Il fatto è che non riuscivo ad accettare di non comprendere e di dover eleggere a mia unica verità qualcosa che non riuscivo a capire, quindi un dogma. Una delle frasi di Gesù è “ Beati quelli che crederanno senza vedere ”. Questa secondo me è una frase vera ma allo stesso tempo può essere fraintesa. Facciamo un esempio. Se racconto una bugia o una falsa verità ad una persona che la cerca, questa persona si troverà di fronte ad una scelta, quella di credermi sulla parola oppure cercare di comprendere se sto dicendo il vero. Se per comodità o pigrizia la persona in questione accetterà ciò che gli ho comunicato, io avrò trovato un discepolo e lui un maestro. Ora, non potendolo vedere con gli occhi o più esattamente con i nostri sensi, questo ci lascia una sola possibilità, quella di credere cecamente a ciò che si ascolta, senza poter confrontare con nulla se è la verità. E qui siamo nel mondo della mente condizionata. Oppure potremmo sperimentare e indagare più a fondo, attraverso il mondo dei sensi o della materia, alla scoperta delle regole della vita, le esamineremmo e a questo punto potremmo incappare in altre regole e allora dovremmo esaminarle ancora ma non riusciremo a capire con la sola logica la regola degli opposti. La frase di cui sopra vuole intendere, beati quelli che sapranno osservare mettendo in equilibrio mente e sensi. Nella vita spesso usiamo frasi del tipo: “ Scusami non intendevo dire ciò che ho detto ” oppure: “ Scusami non lo pensavo veramente “, perché diciamo questo ? Questo accade quando osserviamo il nostro cuore, la nostra vera intelligenza, anche se non ne siamo pienamente consapevoli, mutiamo in questo modo quella forma pensiero, comprendiamo che non era quella giusta da emettere, cambiamo quindi nel mondo dei sensi o materia quello che in futuro sarebbe stato. Al contrario, resteremo imprigionati nel mondo dei sensi e le forme pensiero emesse si materializzeranno in futuro. Se esistesse un solo albero da frutto e lo circondassi con un recinto e in seguito donassi il suo frutto ai bisognosi che io stesso ho ridotto in schiavitù, sarebbe bontà ? Potrei apparire buono a chi non sapeva che quell’ albero era di tutti ma io so che il mio scopo è un altro. L' albero dà sempre nuovi frutti, basterebbe quindi condividerli con gli altri che ne hanno lo stesso diritto. I nativi americani dicevano che l' uomo bianco parlava con lingua biforcuta, volevano intendere che siamo una doppia verità o si potrebbe tradurre per la regola degli opposti che siamo anche bugiardi. “ Chi è senza peccato scagli la prima pietra ! “. Nessuno lo ha fatto, perché ? Tutti sapevano di aver peccato. “ La tua fede ti ha guarito, và e non peccare più perché non debba accaderti qualcosa di peggio” . Frasi di Gesù con un equilibrio ben preciso. Ma cosa è il peccato ? Noi sappiamo esattamente cosa è nel momento che osserviamo noi stessi, i nostri pensieri, solo conoscendo noi stessi possiamo capire cosa è il peccato o meglio la giusta forma pensiero. Se siamo ira, osservando bene il momento che lo siamo, possiamo scegliere di non esserlo. Negando quindi ciò che siamo saremo il suo esatto opposto. “ Io sono la via, la verità e la vita “, ancora una frase di Gesù. Noi siamo discepoli, giudici e maestri di noi stessi. Impariamo se scegliamo di farlo. Insegniamo se scegliamo di farlo. Ma siamo anche i nostri più severi giudici. Altre frasi molto esplicative di Gesù: “ Non fate ad altri ciò che non volete vi sia fatto “, “ Amate il prossimo come voi stessi “, “ Amatevi come io vi ho amato “. Se ci esaminiamo bene, possiamo osservare che una bugia possiamo spacciarla per verità a chi vogliamo ma una sola persona in tutto l' infinito saprà che non lo è, questi siamo noi. Ma per essere verità dobbiamo riconoscere che non lo siamo. Una frase molto bella delle tante lette è “ SIGNORE TI RICONOSCERO' DA CIO' CHE DICI NON DA CIO' CHE FAI “, significa che noi sappiamo che è la verità e quindi chi è il vero DIO, la vera parola di DIO. ********* mi disse un giorno: “ Io non posso dire bugie, se qualcuno me lo chiede, debbo dire per forza la verità, tu puoi “. Solo in seguito ho capito cosa intendesse veramente. Al mio più grande MAESTRO con i più sentiti ringraziamenti. Un abbraccio a tutti e ancora un BUON NATALE. Ps. Conosci te stesso e la verità ti sarà rivelata.
 
Iscritto il: 05/03/2008, 19:23


Messaggi
Re: La verità.
di namsim >> 14/12/2010, 19:23
Salve Geronimo, io proprio mentre sono convinta di applicarmi per conoscere me stessa, E' proprio Lì che mi chiedo qual'è LA VERITA'? Quello che in questo momento Sento, Penso, Soffro, Amo E' LA VERITA'? La VERITA' può essere un mio pensiero o una mia emozione o ancora una mia Azione? E' la Verità quando sento il mio cuore aprirsi e far entrare Tutto e Tutti? Anch'io frequento ******* da cinque anni. A volte ho domande in mente prima di entrare, le metto in fila stabilendo una priorità, ma quando sono lì non escono, non so più cosa sia più importante chiarire o vedersi restituire chiarito. E spesso dico solo la prima cosa che mi esce, sentendomi poi stupida per non aver saputo cogliere l'attimo per farmi rassicurare su un aspetto della mia vita o una malattia. L'ultima volta ho captato il Suo sguardo su di me, voltandomi all'improvviso, ho visto il Suo sguardo: QUELLA ERA LA VERITA', quegli occhi pieni stracolmi di AMORE INCONDIZIONATO e IMMENSO che hanno cancellato ogni mia domanda. Uscendo ho pianto perchè mi sono sentita Amata. Ma tanto sola perchè quel tipo di Amore Assoluto esiste solo nei Suoi Occhi e non tra noi esseri umani.
 
Iscritto il: 22/08/2008, 22:36


Messaggi