Home   |   Lista Argomenti   |   Nella disperazione la luce.
<< Torna indietro
Username
Password
 
Nella disperazione la luce.
 
Nella disperazione la luce.
di universo >> 07/03/2008, 16:50
E’ stato proprio così, quando i medici tutti riuniti mi hanno comunicato che mio marito aveva un tumore latero-cervicale e che le speranze non c’erano più, mi sono disperata. E’ iniziata la chemio associata alla radio e in pochi giorni le cose peggiorarono. Il giorno prima della TAC mi venne a trovare la mia amica con suo marito: e lì la luce. Fece stendere sul letto mio marito, mise le sue mani su di lui, ed esse si aprirono, come si aprirono i suoi piedi e la sua fronte. La mia amica sanguinava , le sue ferite erano tutte aperte e la sua bocca chiusa, non un lamento, non una parola. Io correvo da una stanza all’altra, volevo prendere un asciugamano per tamponare il suo sangue, volevo prendere un po’ d’acqua, ma lei non volle niente. Volle solo che le slacciassi le sue scarpe di tela che insieme ai calzini erano intrise di sangue. Mi disse che il giorno dopo nella tac non ci sarebbe stato più niente e che andava tutto bene, fu così. Sono passati sei anni e sono sei anni che tutti i giorni penso a ciò che ho visto, penso a lei, alla sua pacatezza nell’accettare il nostro dolore su di lei, penso a suo marito, un uomo profondo, silenzioso ma non passivo, attivo e vigile lui sa dare parola al sangue di sua moglie. Custodisco ciò che ho visto con i miei occhi, gelosamente ma tutto questo è stato un grande regalo e sento che è giusto che io regali a tutti quelli che leggeranno questo mio scritto, la speranza e la certezza. Ci sono delle sfumature, dei sentimenti, che io non so scrivere ma chi volesse parlare con me sono a disposizione di tutti e sempre. LIA.
 
Iscritto il: 06/03/2008, 16:45


Messaggi