Home   |   Lista Argomenti   |   piccole ma grandi storie
<< Torna indietro
Username
Password
 
piccole ma grandi storie
 
piccole ma grandi storie
di m.zirilli >> 06/03/2008, 17:47
Mio figlio ha sempre adorato giocare a calcio, una sera dopo una partita di calcetto, aveva all'incirca 8anni, tornò a casa lamentandosi di un dolore alla gamba e piangeva ,sul letto non poteva stare, seduto neanche a parlarne non sapevamo cosa fare, io e mio marito volevamo portarlo all'ospedale ma lui si rifiutava. Finchè tra un pianto e l'altro si addormentò. Il giorno successivo dovevo andare da ****** quindi pensai lo porto con me. Il mattino successivo era ora di andare via e lui non si svegliava, così sono andata da sola . Appena arrivata gli ho detto ****** ieri sera Marco..... non mi ha fatto finire di parlare e ha iniziato a dire si si lo so piangeva gli faceva male la gamba non poteva stare a letto, poi ha aggiunto vai a casa non ha proprio niente. Torno a casa e mio figlio era andato in spiaggia ma non solo , quando l'ho raggiunto stava giocando a pallone con gli amici. Un giorno andai a trovare una mia amica che sapeva di ****** era sconvolta perchè sua cugina aveva un tumore al seno e a breve tempo sarebbe stata operata, mi ha chiesto di dire a ****** se poteva aiutarla. Quindi mi scrive su un foglietto il nome e il cognome di questa ragazza. Quando sono andata da ****** gli ho teso questo biglietto, lei gli ha dato un'occchiata e mi ha risposto mi dispiace Mari se non crede non posso fargli niente. Appena sono uscita ho telefonato alla mia amica ed ho riferito le parole di ******, era scioccata mi ha detto non è possibile mia cugina non crede a niente non è mai entrata in una chiesa, non ha mai pregato. marirosa
 
Iscritto il: 06/03/2008, 15:45


Messaggi