Home   |   Lista Argomenti   |   TESTIMONIARE
<< Torna indietro
Username
Password
 
TESTIMONIARE
 
TESTIMONIARE
di ezio >> 06/03/2008, 17:00
Un'altra esperienza vissuta che propone altri modi di conoscere, di pensare e di studiare, insomma un’esplorazione nel campo del non ‘ancora’ conoscibile scientificamente, è un fatto che desidero portare a conoscenza. A settembre del 2005 mio padre, portatore di esiti di ischemia cerebrale (con crisi convulsiva controllata) e deterioramento cognitivo di grado lieve – moderato, accusa un malore. La situazione è difficile e in attesa del medico chiamo ****** che mi ha risposto che stava già provvedendo; All’arrivo del medico la situazione era la seguente: mio padre per possibile problema bronco-pneumonico aveva febbre, forte tosse, singhiozzo e poi, ciò che preoccupava di più, vi era la comparsa di disturbi dell’equilibrio con “retropulsione” e grandi difficoltà a comunicare. Andiamo al pronto soccorso. I medici pensano che era in atto un ictus e decidono di fare una tac per confermare la diagnosi. Passano cinque ore prima che viene effettuato tale accertamento e questo solo grazie all'intervento di un medico che nel frattempo prende servizio in ospedale ed impone con decisione l’immediata esecuzione della tac. I medici decidono il ricovero ma passano altre cinque ore e non è possibile far alcuna terapia prima di essere assegnato al reparto. Inspiegabilmente mio padre migliora senza alcuna cura, tanto che due giorni dopo viene dimesso dall’ospedale. Questa guarigione inspiegabile è dovuta all’intervento a “distanza” di ****** persona cui miliardi di pagine di elogi nemmeno in minima parte rappresenterebbero il suo valore assoluto. Tutte le scienze, in quanto tali, si fermano all’aspetto fenomenico, sfiorando appena quello che è l’oggetto di indagine: la biologia ad esempio studia i fenomeni della vita, ma la vita,in quanto tale, in quanto oggetto preliminare di indagine della disciplina non viene neppure sfiorato: che cos’è la vita? È un problema ancora aperto; come si manifesta la vita e quali sono le condizioni perché essa possa manifestarsi, in quanto fenomeni osservabili e sperimentabili hanno trovato, invece, soddisfacenti risposte. Risposte attendibili possiamo trovarle, scientificamente, solo a ciò che è misurabile e quantificabile; non si possono dare risposte di rilevanza scientifica a domande che implicano il che cos’è, ovvero l’essenza delle cose. E’ importante, pertanto, che tutti colore che sono testimoni di fatti simili a quelli da me raccontati diano voce alla propria esperienza perché solo così è possibile capire e far capire nella sua pienezza ciò che accade e perché accade. Saluto tutti Ezio
 
Iscritto il: 05/03/2008, 19:16


Messaggi